Il catering di qualità esce dal carcere

Una festa elegantissima ma anche solidale ed etica, un'idea che nasce per raccontare delle storie che fanno sperare in un futuro diverso.

20 mag 2014 Le ultime dal mondo del catering - Tempo di lettura: min.

catering

Si può fare un'impresa basata su buoni valori e sull'onestà? La responsabilità sociale è solo uno stratagemma di marketing o può convertirsi nel motore di un'azienda di successo? Ethicatering per sempio usa solo prodotti provenienti dalle cooperative sociali che combattono il crimine. Idea delle professioniste della ristorazione Ludovica Guerrieri e Beatrice Busi Deriu, è un catering che riesce a coniugare etica, solidarietà ed eleganza. Un catering sociale, che riesce a raccontare le storie di riscatto che ci sono dietro a tutti coloro che lavorano le terre confiscate alle mafie o dentro le carceri.

L'esperimento inizia quando Ludovica Guerrieri, a Parigi per lavoro, pensa di far conoscere all'estero i prodotti dell'ormai famosa Cooperativa Libera, che coltiva i terreni confiscati alle mafie. “L'esperienza parigina mi ha insegnato una cosa importante e, cioè, che anche da un solo pezzo di cioccolata puoi raccontare una grande storia e restituire dignità a tutta la filiera", dichiara la sua fondatrice.

1383442_552702134823797_77818472_n.jpg

Ludovica Guerrieri

Come funziona Ethicatering?

I prodotti vengono coltivati nelle terre confiscate alle mafie e in seguito vengono elaborati nelle carceri. Dai caseari al vino, in tutti gli anelli della filiera, il fine sociale è al primo posto: non solo nel carcere si produce il vino ma si dà anche la possibilità di frequentare un corso per operatore agricolo, nella speranza di creare opportunità di lavoro future.

Ethicatering riesce a fornirsi di prodotti eco-solidali grazie alla collaborazione con 17 cooperative, anch'esse orientate al sociale. Una di queste è per esempio la cooperativa "Le terre di Don Peppe Diana - Libera Terra", che produce la mozzarella di bufala campana e difende un messaggio importante: la lotta alla camorra che nel 1994 uccise il sacerdote Don Peppe Diana. Il caseificio, in funzione 4 giorni a settimana, reinveste, a sua volta, parte del suo ricavato nel finanziamento di altri progetti simili, per combattere la criminalità offrendo lavoro pulito.

Infine ad aiutare ci sono anche i ragazzi di Don Bosco: giovani che seguono un percorso di recupero sociale, storico obbiettivo dell'ordine salesiano.

Il sociale può essere anche glamour

1622720_608241682603175_1079062044_n.jpg

Non immaginate però un catering improvvisato per le feste della parrocchia: basta un'occhiata alle foto per vedere che il sociale può anche essere glamour.

Bellissime ad esempio le minicheese-cake, con la marmellata di agrumi, servite in mini coppette stile finger-food su eleganti vassoi di specchi.

1969266_608240669269943_939540936_n.jpg

Fantasiose e colorate anche le realizzazioni con i fiori, molto di moda ultimamente, che Ethicatering realizza piccola pasticceria ai fiori di campo.

I vini proposti non sono solo solidali ma anche vini di buona qualità. Ad esempio il vino Valelapena delle carceri di Alba, è una miscela di Barbera, Nebbiolo, Dolcetto, Cortese, che insieme danno vita ad un vino fruttato e di buona struttura. Un progetto che vede anche la collaborazione degli studenti, quelli dell'Istituto Enologico Umberto I di Alba, che lavorano le uve e imbottigliano il vino.

Il successo di questa azienda oltre che sulle buone intenzioni e i buoni valori si basa sulla volontà di collaborazione che fa sì che tantissime realtà simili si attivino per un unico fine. L'iniziativa di Ludovica e Beatrice, ormai in moto e in funzionamento da qualche anno, dimostra che si può fare impresa in maniera etica, utilizzando il sociale in tutta la filiera e come scopo utlimo, non solo come strumento di marketing.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidacatering.it/proteccion_datos

Articoli correlati