Stasera ti porto a cena... clandestinamente!

Un'esperienza reale raccontataci da un'amante della gastronomia e delle sue mille sperimentazioni.

30 gen 2014 Le ultime dal mondo del catering - Tempo di lettura: min.

catering

Dalla moda internazionale nata anni fa nella frenetica San Francisco, si diffonde sempre di più la tendenza delle misteriose cene clandestine. Si tratta di cene organizzate in locali non adibiti all'offerta culinaria, nel senso che non sono provvisti di certificati, licenze, controlli sanitari e fiscali, ma che nonostante tutto appartengono a una di quelle mode di cui si parla e di cui tutti vorrebbero dire: “Anch'io ci sono stato/a…".

L'idea consiste fondamentalmente nel mettere nella stessa tavola sconosciuti, in un luogo non noto fino a qualche ora prima dell'evento, per offrire piatti insoliti, ma anche familiari. Agli organizzatori la scelta del menù e dei partecipanti.

A questo punto posso iniziare il mio articolo affermando “Anche io ci sono stata...".

Però non mi è successo in Italia, ma bensì nella frizzante Barcellona, che si impone sempre come una delle capitali europee d'avanguardia.

L'evento, assolutamente discreto e diffuso tra pochi intimi amici attraverso giri di email e di inviti via social network, si è svolto in un garage sorprendente di un'elegante villa nel maestoso Tibidado.

sopar2.jpg

In quell'insolito spazio siamo stati coinvolti dieci commensali -non tutti ci conoscevamo tra di noi– condividendo un'esperienza gustosa e sperimentale. Infatti, il tema della cena era costituito proprio dalla cucina sperimentale, in un'offerta di piatti che passavano da sapori nostrani a combinazioni d'oltreoceano.

Lo chef, un giovane milanese che sperimenta le cucine dei più grandi ristoranti di tutto il mondo, ha elaborato un “Menù Degustaciò" costituito da ben nove pietanze differenti, accompagnate da vini di origine biologica e nazionalità differenti.

Noi commensali, già colpiti dalla location, il contesto, l'energia che si stava venendo a creare in una tavola così improvvisata, siamo rimasti ancora più colpiti da come una melanzana potesse acquisire nuove texture se cucinata nella calce, secondo le ricette della tradizione gastronomica cilena, o come la stessa crosta di latte bruciacchiata potesse insaporire piatti nostrani.

In questo defilé di sapori, odori ed umori, a vincere è stato il gusto, l'allegria (i vini erano tutti stimolanti), ma soprattutto la creatività.

Ad essere originale non è stata solo la proposta culinaria nella sua forma clandestina, ma anche il modo di valutarla... economicamente! Partendo dal costo base speso per acquistare tutti i prodotti, gli invitati sono stati lasciati liberi di decidere che valore dare alla cena, mettendo una quota personale corrispondente all'intensità di gradimento.

In un momento in cui la formula ristorante tradizionale sembra essere sempre meno interessante, ecco fiorire queste nuove offerte gastronomiche che danno la possibilità di sperimentare nuovi gusti creando un'atmosfera unica e irripetibile.

dolce.jpg

Poi c'è anche la questione economica, la voglia di trasgredire andando in un posto non identificato, la possibilità di conoscere persone nuove in un incontro al buio scambiando commenti sui piatti e versandosi qualche bicchiere di vino in più.

Insomma la ricetta piace e ci auguriamo che possano nascere ancora di nuove iniziative così, al fine di tenere allenate e premiate le nostre papille gustative.

Per ricevere maggiori informazioni sulle cene organizzate da questo cuoco italiano trapiantato in Spagna potete seguire le sue news su Twitter all'hashtag #soparamagat.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidacatering.it/proteccion_datos

Articoli correlati